ATLA Formazione Associazione Culturale

Home » Posts tagged 'Dio'

Tag Archives: Dio

SII MAESTRO DI TE STESSO

Sii maestro di te stesso

Mi piace prendere spunto dalla vita e dai fatti che sento per scrivere ciò che mi ispirano.
Stamattina mentre stendevo i panni ( eh sì confesso che i miei migliori post arrivano quando meno me lo aspetto e soprattutto senza sforzi imposti) ho ripercorso mentalmente gli accadimenti legati a persone generalmente considerate di ispirazione ed esempio o che hanno ispirato me direttamente.
Mi sono resa conto che idealizzare il “maestro” e credere che sia infallibile é una trappola in cui si cade quando si é deboli, quindi spesso quando si è all’inizio del proprio percorso di crescita.  L’idolatria andrebbe indicata tra i peccati capitali poiché rende le persone schiave inconsapevoli degli insegnamenti ed indicazioni del maestro. Costui può solo indicarti un modo per vivere che, oltretutto é basato sulla sua esperienza e che non necessariamente va bene a livello universale. Si tratta di un retaggio derivante dalla figura di Gesù che, essendo stato identificato come l’incarnazione di Dio, ha dato origine al condizionamento di massa per cui molti seguono l’esempio di uno senza mettere in discussione la veridicità di ciò che suggerisce. Ricorda che Gesù era Gesù e più nessun altro sarà così.
È ora di svegliarsi! Esistono molte persone che si ergono a maestri, ognuno con le proprie caratteristiche d’eccellenza , i propri successi ed insuccessi. Questo fa di loro dei grandi uomini o donne e non degli dei infallibili. Oltretutto siamo su questa terra per fare esperienza ed abbiamo diritto di sbagliare per imparare come fare meglio. Prendere dalle labbra di un’altra persona che riteniamo più “grande” fa di noi degli eterni bambini che aspettano le indicazioni dei genitori per procedere. Ma anche ai bambini per crescere deve essere concesso di commettere errori, perché é proprio grazie a questi che crescono adulti consapevoli avendo trovato il proprio percorso. “Ci vuole umiltà” diceva sempre mio padre, é vero ma non perché bisogna prendere per buono tutto ciò che arriva da una persona che ergiamo a grande,ma dobbiamo saper discernere e scegliere ciò che é meglio per noi. Non c’è  niente di peggio che sbagliare perché hai ascoltato solo il parere di un’altra persona. Piuttosto allenati ed impara ad ascoltarti perché con un’attenzione consapevole impariamo a conoscerci ed a scegliere per noi stessi ciò che é meglio. Dio ci da sempre ciò di cui abbiamo bisogno. Con questa fede nel cuore sapremo che anche gli errori sono funzionali alla nostra crescita.
Quindi diffidate da chi da indicazioni non richieste o ha la pretesa di saperne più di voi su ciò che per voi é meglio fare o evitare.

Coraggio ragazzi prendete in mano la vostra vita e crescete!

La Gratitudine

La gratitudine o atto del ringraziare Dio per tutto ciò che abbiamo nella vita era una buona abitudine del passato che pochi portano avanti e che a mio parere andrebbe riscoperta e applicata quotidianamente.

il sentimento di gratitudine

Il sentimento di gratitudine é una forza che ti aiuta a guardare la vita da un altro punto di vista, anche quando le cose sembrano andare storte. Se ti ricordi ogni giorno di ringraziare per i tuoi affetti, la casa che possiedi, il cibo, i vestiti, la tecnologia, gli animali, la salute, il denaro e tutto ciò che sei, inizi a vedere la vita un po’ più rosa e a smettere di lamentarti.
Spesso le persone perdono ore del nostro tempo prezioso a criticare se stessi o gli altri, piuttosto che usare un pensiero costruttivo di gratitudine. Viviamo in un mondo di benessere dove abbiamo tutto più che a sufficienza e continuiamo a volere accumulare di più , facendo più rate che vanno pagate con maggiori ore di lavoro. Il risultato? Trascurare se stessi, la famiglia e gli amici. Così si ricomincia a lamentarsi che non  c’è tempo e se liberiamo il tempo diminuiscono i soldi. E via andare…….invece NO! STOP!

Ecco un esercizio di consapevolezza. Inizia a fare la fotografia della tua vita compilando uno strumento molto semplice ed efficace: la ruota della vita che trovi facilmente in rete. Questa ti permetterà di renderti conto del tuo status attuale. Poi affidati ad un coach che ti possa aiutare a leggerla in maniera consapevole.

Un esercizio che compio io stessa e, che spesso consiglio ai miei clienti,  é quello di ringraziare al mattino per essersi svegliati e poi la sera per le cose belle che sono successe durante il giorno. Si tratta di una preghiera casalinga che ti permette di orientare la tua energia al positivo per vivere meglio.
In seconda battuta puoi inserire anche una cosa che ritieni ti abbia fatto soffrire o che non ti é piaciuta affinché tu possa imparare da quell’esperienza senza giudicar la negativa e quindi funzionale alla tua crescita.

La Gratitudine è uno degli ingredienti principali di una vita piena e soddisfacente! Provare per credere!

Laura

IT’S A KIND OF MAGIC

La vita è una magia. Sai quali sono gli ingredienti ma il risultato a volte è sorprendente. Ti eserciti e fai di ogni errore una leva di miglioramento. Quando sei consapevole, ovvero sai vivere nel presente, vedi l’apparente ostacolo come un trampolino su cui saltare per fare un grande balzo in avanti.

 

 

 

 Il mio maestro è una persona che sa trasformare ogni difficoltà in punti di forza per creare qualcosa di ancora migliore, anzi proprio grazie a quella difficoltà si genera abbondanza e nuove opportunità. Ed io ora sto imparando da lui.

La magia consiste proprio in questo, puoi programmare la tua vita stabilendo gli obbiettivi che vuoi raggiungere, ma questi arrivano solo quando sei pronto a ricevere, con il cuore ricco di gratitudine. Se continui a lamentarti di come va la tua vita, ti circondi inevitabilmente di persone che la pensano come te e fomentano il lamento, succede quindi che ti sintonizzi su onde negative che non ti permettono di fluire e ti rendono tutto pesante, grigio, insormontabile. Quando decidi di dire :”basta!” ecco che accade la magia. Avviene il cambio di percezione e cominci a vedere piccoli spiragli di luce e riprendi fiato. La grande opportunità è di imparare ad entrare ed uscire dalle situazioni “spiacevoli” proprio perchè le hai create tu, impara a ringraziarle ed a vedere oltre…e nei momenti in cui non vedi tu, se sei circondato dalle persone che sono in grado di tirarti su, chiedi aiuto e ti sarà dato.

Non avere la presunzione di credere che puoi fare tutto da solo, abbi l’umiltà di chiedere aiuto e anche quando credi di essere solo al mondo, hai pur sempre Dio il quale, non dimentichiamoci, è Colui dal quale tutto scaturisce e dove tutto si genera. Ricordiamoci ogni tanto di rivolgerci a Lui con gratitudine per ciò che siamo e per chiedere come fare per evolverci, le risposte potrebbero stupirci, in quanto non sempre sono quelle che ci aspettiamo, a quel punto respiro profondo e piccola disponibilità a guardarle come opportunità, ecco che avviene la magia. Essere grati scatena un’energia potente che ci fa realizzare gli obbiettivi. Quindi alleniamoci a ringraziare ogni giorno per tutto quello che accade e ad affidarci a Dio nei momenti belli ed in quelli brutti.

Never give up! Non mollare mai!

L’AMORE IRRAZIONALE

L’amore è la forma più alta di espressione dell’unione con Dio. Ognuno di noi ha la sua modalità di sentirsi connesso con Dio, c’è chi lo fa amando il proprio compagno o compagna, i propri figli, i genitori, gli amici, gli animali o qualsiasi altra forma vivente.

Come puoi spiegare il tuo amore a qualcuno di esterno? Impossibile! Solo chi è coinvolto con te nella relazione d’amore può capire perchè percepisce l’amore che c’è. Io personalmente viste le mie capacità cinestesiche sviluppate, percepisco delle vibrazioni forti con la persona che amo. Un errore che si compie è quello di voler utilizzare una forma, come le parole, per identificare qualcosa che non ha forma, non ha odore, non ha sapore: l’amore. Esso è il motore che muove l’universo ed ogni forma di vita. Come puoi sperare di farlo comprendere ad una persona non coinvolta? potrebbe solo immaginare o tentare di avvicinarsi alla comprensione di ciò che le stai esponendo. Quindi smettila! smetti di dare spiegazioni, quando la ragione non ha nulla a che vedere con l’espressione massima del cuore.

Quando sei con la persona o l’essere vivente oggetto del tuo amore, basta guardarsi negli occhi per far scomparire tutto ciò che ti circonda, il battito aumenta, il respiro si uniforma, la mente si acquieta e ti senti in connessione con Dio. Egli ci ha donato un modo meraviglioso di sperimentare il Cielo sulla terra: l’innamoramento. E’ una forza che muove le montagne. Guardate anche solo cosa fanno le madri quando i figli sono in difficoltà o anche durante il parto, tirano fuori una forza bestiale che è data dall’amore per la propria creatura.

Al giorno d’oggi molte persone si sono appiattite, hanno messo nel cassetto la passione primaria e si accontentano, vivono come tanti automi che si alzano al mattino brontolando oppure (peggio ancora) ignorando la loro condizione in modo da non fare neppure la fatica di guardare come stanno i fatti e si trascinano fino all’ultimo dei loro giorni. Pochi hanno il coraggio e l’umiltà di alzare al testa dal grigiore, dalla nebbia che gli offusca gli occhi e la mente, per analizzare davvero la situazione e trovare il modo per cambiarla una volta per tutte e ricominciare a vivere. Se impari di nuovo a darti amore, potrai trovare una persona da amare (e non di cui appropriarti) con tutto te stesso e da cui essere riamato profondamente e con cui condividere una vita felice.

Quindi: forza ragazzi! Coraggio..ricominciate ad amare ed a sperimentare la condizione di Figli di Dio.

REACH YOUR GOALS…TRASFORMA I TUOI SOGNI IN OBBIETTIVI

Questo è il nome che ho ideato per il mio corso sugli obbiettivi che prossimamente presenterò a chi si riserverà l’opportunità di sentire un punto di vista diverso.

Cosa serve per raggiungere un obbiettivo? Serve forse una dote speciale? una mente fuori dal comune? tanti soldi? una famiglia che ti aiuti?  No l’ingrediente principale sei TU e la TUA capacità di fluire con il cambiamento e metterti continuamente in gioco per migliorarti ed indirizzarti verso le mete che ti prefiggi di raggiungere nella vita. Tutto il resto è solo lo specchio della tua condizione attuale. E’ partendo da TE, dall’analisi della tua condizione attuale che puoi capire a che punto sei del percorso chiamato “vita”. Molte persone semplicemente sopravvivono e non si fermano mai ad entrare in contatto con loro stessi. Semplicemente credono di subire ciò che succede.

Nel tempo abbiamo perso la bella abitudine di pregare al mattino ed alla sera e prima di mangiare per ringraziare di avere del cibo sul tavolo, perchè troppo presi dalla frenesia del mondo moderno. Nel bellissimo libro “La scienza perduta della preghiera” si riscopre qual’era il significato di questa pratica in tempi antichi, la preghiera era una sorta di meditazione per entrare in contatto con noi stessi ed allo stesso tempo ricordare di essere fatti della stessa sostanza di Dio e quindi capaci di far succedere nella nostra vita tutto quello che deriva dalle nostre convinzioni. Riscoprendo la nostra capacità di creare la realtà e diventandone consapevoli, smettiamo di lamentarci per quello che accade e iniziamo ad essere parte attiva in questo processo. Noi non siamo l’effetto del mondo che vediamo ma siamo la causa di ciò che succede. Guardando il bicchiere mezzo pieno, chiediti: come si è riempito?

Possiamo dunque allenare la nostra capacità di creare, anziché continuare a lamentarci del mondo, della società, di noi stessi.  Ci vuole fiducia in noi stessi, parola che ha la stessa radice di Fede. Nulla accade per caso e se stai leggendo questo post significa che l’argomento ti ha incuriosito e ti invito a riconoscere che qualcosa dentro di te si è già mosso verso una consapevolezza diversa. Basta porre l’attenzione su un pensiero o un argomento, perché questo venga a galla e si manifesti. Quindi ti lascio con un piccolo esercizio quotidiano: Appena apri gli occhi al mattino esci dolcemente dalla dimensione onirica in cui sei bravissimo a creare la tua realtà e sfrutta questo momento potente per dedicarti da 1 a 5 minuti non di più per ringraziare per tutto ciò che hai, facendo un breve elenco mentale, l’energia della gratitudine è potente perchè genera un senso di sollievo e ti porta in una condizione positiva per affrontare la giornata. SE inizi la giornata con un atteggiamento di questo tipo non puoi che avere una giornata positiva 🙂

Ricordati che Dio ci da solo prove che possiamo superare, quindi poniti in una condizione di wu wei: pazienza e fluire, meno resistenza opponi a ciò che ti accade e prima ti liberi di una condizione che non ti piace. Vivi nel presente con consapevolezza di ciò che stai facendo per poter così liberare il tuo futuro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: