ATLA Formazione Associazione Culturale

Home » Posts tagged 'lamento'

Tag Archives: lamento

Gli obbiettivi e la legge di attrazione

cambiamento2

“Cos’ho fatto oggi per realizzare il mio progetto di vita?”

Questa è la frase che dovremmo tutti scrivere su un post-it e incollarla sul frigorifero, sullo specchio del bagno o dove guardiamo ogni sera prima di andare a letto. Io periodicamente lo faccio e ve lo consiglio, poiché vi aiuta a rifocalizzarvi su ciò che volete realizzare.

Se stiamo bene così e non abbiamo l’ambizione di stare meglio, bene. Ma io personalmente non credo a coloro che si raccontano la favola che non hanno obbiettivi, poiché anche alzarsi al mattino con il sorriso può essere un obbiettivo di tutto rispetto e ottenerlo non è uno scherzo. Quindi alla luce di questo tutti noi abbiamo obbiettivi e progetti più o meno grandi e importanti da realizzare. Purtroppo però soffriamo in tanti di una malattia grave ma curabile: la “rimandite”. Ovvero tendiamo  a rimandare domani, a  quando avremo più tempo o più soldi o più salute, il compimento dei passi necessari per realizzare i nostri obbiettivi. Anche avere più salute o risolvere un piccolo o grande disturbo fisico può essere considerato un obbiettivo. Io mi occupo di cristallo terapia, tra le tante cose  e spesso mi rendo conto che le persone non riconoscono che la vita è un continuo susseguirsi di obbiettivi, raggiunti o meno. A volte è meglio non raggiungere una meta che ci siamo prefissi se quest’ultima non è in linea con il nostro percorso di vita. Eh già, perché spesso non siamo consapevoli di ciò che davvero vogliamo e ci diamo obbiettivi a casaccio o comunque non allineati, salvo poi lamentarci che non li raggiungiamo e credere che la legge di attrazione non funzioni.

Si tratta di una legge universale al pari della legge di gravità, quindi se crediamo che non raggiungeremo facilmente un obbiettivo ecco che questo molto probabilmente accadrà. “Ma perché?” vi starete chiedendo. Presto detto: la legge di attrazione vi darà sempre ragione. Se credete che non diventerete mai ricchi o che non guarirete mai da quella malattia che vi portate dietro da anni, succederà proprio così! Quindi bisognerebbe fare un po’ di pulizia mentale ed eliminare tutte quelle convinzioni limitanti che ci rendono infelici e brontoloni. Come? ci sono molti modi. C’è chi sostiene che bisogna ripetersi frasi potenzianti allo specchio per 21 giorni. Questo metodo ci permette di sostituire una cattiva abitudine con una nuova e studi clinici hanno dimostrato che sono necessari 21 giorni affinchè si crei una nuova sinapsi. Quindi vi invito a provare. Oppure potete partecipare al mio corso dove apprenderete utilissime tecniche pratiche per lavorare efficacemente sui vostri obbiettivi: “Reach your Goals! Trasforma i tuoi sogni in obbiettivi”, giunto alla 5° edizione e che si svolgerà domenica 24 Aprile dalle 10 alle 18 presso la sede di Atla Formazione a Cologne.

A proposito, la quota di partecipazione è in promozione fino a domani. Per informazioni chiamatemi al 327/0639889.

Con pace ed amore!

Laura Alghisi

Target Coach e insegnante certificata di bioenergetica dei cristalli

TEMPO D’ESTATE

In questi freschi giorni di luglio mentre navigo su Facebook ho trovato una caterva di persone che si lamentano del tempo atmosferico, anche persone che normalmente sono poco lamentone pubblicano improbabili esorcisti con la scritta: ” novembre esci da questo luglio!”. E mi viene da sorridere, sì perché sono gli stessi che esultavano per le temperature alte dei mesi scorsi. È vero è piovuto molto, ma del resto per parafrasare un detto “al tempo non si comanda”.

Questi sono altri segnali del grande cambiamento in atto e di quanto alcune persone facciano fatica ad adattarsi, mi viene in mente la teoria di Darwin, la quale afferma che la specie che sopravvive non è la più forte ma quella che sa adattarsi ai cambiamenti.
Quindi il mio invito personale è quello di svegliarvi e smettere di impiegare male il vostro tempo a lamentarvi di qualcosa che è fuori dal vostro controllo, ma di impiegare la vostra materia grigia ad industriarsi di cosa si possa fare con un tempo così.
Io per esempio sto pulendo casa, è vero ho traslocato ma “casualmente ” quando dovevo fare il trasloco erano gli unici giorni in cui faceva caldissimo (pazienza!), si può approfittare per fare tanti lavori che fatichereste a fare in giornate torride e comunque le ore di luce sono maggiori di quelle invernali. E anche se per un’estate non prendete la tintarella mogano, che tanto dopo un paio di settimane se ne va lasciando gli effetti collaterali della troppa esposizione al sole, approfittate per passeggiare o andare a correre.
L’importante è che smettete di lamentarvi e vi orientate sul pensiero positivo, allenandovi a trovare almeno 5 motivi al giorno per sorridere. Io lo faccio ogni sera o appena sveglia la mattina dopo se mi dimentico di farlo. Credetemi che vi cambia la fisiologia del corpo.
Con tanto amore e pace infinita.

Laura alghisi
Target coach

IL TEMPO CURA LE FERITE

 

tempo 2

 

 

E’ un detto popolare che si usa ripetere comunemente ma che è molto lontano dalla realtà. Delegare al tempo il compito di curare corrisponde a deresponsabilizzarsi e mettersi in un atteggiamento di attesa (di non si sa bene cosa). Invece è bene diventare parte attiva della nostra vita e smetterla di lasciarsi vivere.

Per testare l’inefficacia di questo proverbio  ti invito a fare questo breve test. Mettiti un attimo comodo/a e chiudi gli occhi. Ora immagina davanti a te una persona con cui hai litigato pesantemente, che odi o semplicemente ti fa arrabbiare col suo comportamento. Ti sembra ancora di essere rilassato/a? Ebbene: nonostante sia passato il tempo, settimane, mesi o anni ecco che basta ripensare all’episodio o alla persona e il tuo corpo risponde con vari mutamenti: lacrime, nervosismo, respiro affannato, sudorazione, rossore e via dicendo. Questo succede perchè nella mente non esiste il tempo, esistono le esperienze e l’unico tempo esistente è quello presente. Addirittura arriviamo a rivivere episodi simili a quelli già vissuti in vite passate! quindi cosa succede quando una situazione simile si ripropone? Ci innervosiamo nuovamente, soffriamo di nuovo e finchè la lezione non è appresa continueremo ad avere le stesse situazioni che si ripropongono anche con persone diverse. A questo punto una persona che sta facendo crescita personale e che lavora attentamente su se stessa si ferma e, anzichè lamentarsi, oppure dopo che si è lamentata in maniera contenuta, inizia  a porsi una domanda: cosa c’è di buono in questa situazione? cosa sto imparando? cosa sta succedendo PER me e non A me?

E’ utile rendersi disponibili al cambiamento e decidere un tempo entro il quale risolvere i conflitti e mettere in atto finalmente la guarigione. Smettendo di vivere con obbiettivi inefficaci ed prendendo in mano la situazione, ci saranno difficoltà, molto spesso siamo noi stessi ad auto sabotarci generandole (ma questo è ben spiegato in un altro mio post di qualche tempo fa), ma impareremo a vivere in maniera più efficace senza nasconderci dietro a scuse come per esempio il tempo citato nel titolo.

Apri le braccia ed accogli tutto ciò che la vita ti offre, non ti garantisco che non soffrirai ma se sarai disposto/a inizierai a gioire.

Peace and love

Laura Alghisi

Target Coach

PREDICARE BENE E RAZZOLARE MALE E’ UNO SPORT MONDIALE

predicare bene e razzolare male

 

Ogni mattina apro la pagina di face book e trovo lamenti vari per i politici che pur avendo vinto le elezioni non sono in grado di formare un governo, il tempo atmosferico (troppo freddo…troppo caldo..troppo piovoso), la squadra di calcio del cuore che ha perso o vendette trasversali con insulti di ogni tipo. Dal lato opposto trovi invece chi lancia messaggi di speranza, amore, condivisione del benessere, frasi motivanti e incoraggianti.

Ma,attenzione alla trappola!A volte le persone che hanno il coraggio di lamentarsi sono coloro che non farebbero del male ad una mosca, invece a volte chi pubblica paroloni nasconde una rabbia repressa.

Certo, non bisogna generalizzare ma stare ben attenti a quale energia si cela dietro a messaggi apparentemente di amore.

“chi non ha peccato scagli la prima pietra!” diceva il buon Gesù. Io stessa ci sono cascata in questo meccanismo ed ora ho scelto di uscirne. Se è una bella giornata e mi sento carica espando la mia energia e auguro gioia a tutti coloro che incontro sulla mia bacheca, se invece sono arrabbiata e ritengo di volerlo mostrare in Facebook non ho pudore a farlo vedere, perché non c’è niente di peggio che mentire a se stessi ed agli altri e scrivere che si vuole la pace nel mondo quando non sai andare d’accordo neppure con il tuo vicino di casa.

Il mio consiglio è: evita forzature e sii coerente con te stesso. Piuttosto che scrivere frasi vuote di emozioni per fare bella figura online (ma poi si percepisce la falsità), non scrivere nulla per un po’. Prenditi una pausa e medita, presta attenzione a come ti muovi e perché scrivi. Non cadrà il mondo se ti prendi un paio di giorni sabbatici per dedicarti a te stesso e rileggere ciò che scrivi per vedere se coincide con i fatti concreti o se lo fai solo per metterti in mostra.

Riflettiamoci su…

Peace and love

Laura Alghisi

THE TIME MACHINE

Oggi mi sono regalata l’opportunità di gustarmi la visione di questo film molto bello e che Vi consiglio di vedere con un’attenzione particolare al messaggio che contiene.

THE TIME MACHINE

Il protagonista costruisce una macchina del tempo per tornare indietro e salvare la vita alla sua amata , la quale era stata vittima di una rapina proprio nella sera in cui lui le aveva chiesto di sposarlo. Egli riesce a tornare alla fatidica serata e credeva che cambiando gli eventi potesse modificare il destino finale ed invece Emma muore per un singolare incidente con una carrozza. qui il protagonista capisce che la risposta non é dove stava cercando. Inizia così ad andare sempre più avanti nel futuro finché arriva a capire che non può cambiare il passato , infatti senza la morte di Emma la macchina del tempo non esisterebbe, ma può modificare il futuro.
Il messaggio di questo film quindi, é molto importante da assimilare.
Molti dicono: “ah se potessi tornare indietro, farei così…… direi cosà……..” Io invece dico: “é stato tutto perfetto così !” altrimenti non sarei ciò che sono ora con le gioie e la sofferenza che mi accompagnano e con la soddisfazione di aver scelto io per me stessa. É grazie alle mie scelte, non sempre semplici, che sono la persona di oggi e mi costruisco il futuro giorno per giorno.
Ci vuole coraggio, certo, non tutti ce la fanno e li rispetto.
Basta una dose di maggiore consapevolezza che siamo noi gli artefici del nostro destino muovendoci nelle pieghe dei nostri schemi mentali e modificando leggermente le nostre convinzioni, facendo qualcosa di diverso ogni tanto per generare una realtà  differente frutto della nostra scelta consapevole. Allora smetteremmo di lamentarci tutti perché inutile di fronte all’assunzione di responsabilità.É necessaria anche una dose di pazienza nel saper aspettare che il nuovo campo generato prenda piede e venga riconosciuto anche dalle altre persone.
Come diceva Gandhi : prima ti ignorano, poi ti combattono ed infine ti seguono. La maggior parte delle persone molla alla prima fase , alcuni alla seconda e solo i temerari e determinati arrivano alla terza raccogliendo i frutti dei propri sforzi.
Bisogna allenarsi e tenere le antenne alzate per cogliere il vento da seguire e poi il coraggio di seguirlo per tracciare la rotta migliore per arrivare alla meta che ci prefiggiamo.
Vivere é ben diverso da sopravvivere!
Meditateci!
Vi auguro tanta serenità e consapevolezza per il 2013

Laura Alghisi Target coach

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: